Quale sarà il nuovo volto della Sicilia? Il 9 giugno potrai deciderlo tu!

Di Giovanni Curione

Il 9 giugno potrete essere chiamati a decidere cosa ne sarà della nostra splendida terra.

Tranquilli, non si tratta dell’ennesima consultazione elettorale; sarà – piuttosto – qualcosa di molto più divertente e innovativo.

0 528

Ciò di cui stiamo parlando è una stupenda chicca tecnologica che sarà fruibile al pubblico dalle 18.30 di questa domenica. Collocata all’interno della Chiesa Santa Maria dello Spasimo, DONN@ INTER@TTIVA rappresenterà l’ultimo avamposto di Palermo delle donne, l’innovativo format ideato da Stefania Morici che – dopo un mese di successi tra tavole rotonde, vernissage, performance e guerrilla art – si avvia alla sua degna conclusione (ne abbiamo parlato qui:https://palermoprime.it/2019/05/31/palermo-e-fimmina/).

DONN@ INTER@TTIVA non è altro che un’installazione multimediale, l’ultima creatura di un’eclettica e feconda anima palermitana, quella di Sergio Caminita.

Classe 1977, dopo essersi formato come digital designer allo IED di Roma, inizia ad occuparsi di brand identity, campagne pubblicitarie e web design. Ritornato a Palermo, si interessa di editing video e motion graphic per la TV, approdando – in seguito – alla redazione del gruppo editoriale Novantacento dove cura il progetto grafico e l’impaginazione di “I love Sicilia” e “S”.

Fondatore di Eikony, agenzia creativa specializzata in App building, lavora oggi come freelance, coniugando la sua passione per il design e la tecnologia con il suo estro pittorico all’interno di innovative cornici progettuali come è, appunto, il caso di DONN@ INTER@TTIVA.

L’atto del dipingere tramite lo sgocciolamento di colori vividi e accattivanti (che tanto ricordano quelli usati dalla grafica pubblicitaria delle riviste patinate), il ricorso ad una spessa lineadi contorno (a mo’ di macchia) e la sicilianità sono i tratti distintivi delle tele di Sergio. Dopo la mostra a Palazzo Sant’Elia, dall’iconico titolo “Uno/Centomila”, l’idea: creare qualcosa di digitale con le sue stesse tele. Obiettivo: coinvolgere lo spettatore e fargli vivere un’esperienza unica.

Ed ecco che, in concomitanza di Palermo delle donne, l’idea – assieme a Stefania Morici – di concludere il format con DONN@ INTER@TTIVA: il suo acrilico su tela che raffigura la forma della Sicilia (un po’ come una macchia di petrolio in dissolvenza)diviene l’immagine fissa dell’installazione. Una volta raggiunto il totem collocato dinanzi, lo spettatore scorgerà – nel quadro –  diversi volti di donna che vanno a plasmare il profilo sinuoso e regale della nostra bella isola e deciderà come (e dove) modulare – tramite sensore –  il movimento della mano in corrispondenza di questi volti. Partiranno dunque diverse animazioni che faranno accadere qualcosa a questa Sicilia e nuovi elementi interattivi verranno visualizzati stimolando fantasia, spirito ludico e – immancabilmente – una riflessione sulla figura di fimmina siciliana (fil rouge dell’intero percorso compiuto, in questo mese, con Palermo delle donne).

Conclude – infatti – Stefania Morici: “Palermo delle donne si chiude con lo stesso linguaggio innovativo che ha contraddistinto l’intera manifestazione. Dallo yoga in luoghi non convenzionali alla musica, passando per la guerrilla art e il design: tutte queste progettualità ci hanno permesso di scardinare il modo classico attraverso cui arte, musica, filosofia, meditazione e cultura vengono “normalmente” fruite richiedendo luoghi e standard specifici. Abbiamo voluto lanciare un messaggio di positività e innovazione e ci riteniamo più che soddisfatti che Palermo lo abbia accolto nel migliore dei modi.

Vi aspettiamo domenica alle 18.30 alla Chiesa di Santa Maria dello Spasimo con DONN@ INTER@TTIVA!”

L’installazione sarà visibile fino al 18 giugno 2019.

Orari: da martedì a domenica ore 9:30-18.00

Ingresso gratuito

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.