Sarde a Beccafico

Chef Sandro Sciortino

Le sarde a beccafico, in siciliano “sardi a beccaficu”, sono una preparazione di sarde tipica della gastronomia siciliana, in particolare palermitana, messinese e catanese. Scopriamo la versione del nostro chef Sandro Sciortino.

0 213

Anche le sarde a beccafico sono un piatto tipico siciliano e come tale è stato ufficialmente riconosciuto e inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

La ricetta le prevede al forno, arrotolate intorno a un composto di pan grattato, aglio tritato, prezzemolo tritato, uva sultanina, pinoli, sale, pepe e olio d’oliva. Il piatto appartiene alla tradizione popolare e si trova spesso in vendita nelle friggitorie dei mercati palermitani – come la Vucciria – ma anche a Messina, Trapani, Agrigento, Catania e nei vari comuni delle relative province. Le sarde a beccafico sono considerate un secondo ma vengono anche servite come ricco antipasto, soprattutto nei pranzi cerimoniali.

Il nome del piatto deriva dai beccafichi volatili della famiglia dei Silvidi. In passato i nobili siciliani li consumavano, dopo averli cacciati, farciti delle loro stesse viscere e interiora. Il piatto era gustoso ma costoso. I siciliano decisero allora di utilizzare una materia prima più economica, ovvero le sarde.

 

PREPARAZIONE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

1 Kg di Sarde

1 Limone

100 gr Mollica di pane

2 Spicchio di aglio

2 Scalogno

40 gr di Uvetta sultanina

40 gr di Pinoli

Olio extravergine d’oliva (EVO) 4 cucchiai da tavola

Alloro

Prezzemolo

Sale q.b

 

Pulite con cura le sarde eliminando le interiora, la testa e la lisca centrale, apritele a metà fino alla coda. Lavatele e asciugatele e disponetele aperte su un piano. Mettete a bagno con poca acqua l’uvetta per 10 minuti. Pelate gli scalogni e  l’aglio. A questo punto, tritate l’uvetta aggiungendo il prezzemolo, i pinoli e 4 sarde. Sbriciolate la mollica di pane e rosolatela in due cucchiai di olio, quindi unitene i ¾ al ripieno.

Distribuite equamente il composto ottenuto sulle sarde, quindi arrotolatele lasciando fuori il codino, fermate i rotolini con uno stuzzicadenti.

Cuocete in forno a 180º C per 15 minuti, servite tiepido o freddo come secondo o come antipasto.

Per definire il piatto decorate con  scorza di arancia, foglioline di alloro e crema di zafferano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.