Lavinia, Lulù, Roberta e Gaia amazzoni da 10 anni testimonial di Musciotto

0 1.189

Lavina, Lulù, Roberta e Gaia sono le amazzoni tutte made in Palermo che hanno posato per le collezioni autunno- inverno dei brand Musciotto, Dharma Horse, Elt, HKM, Kask e Zaccaria acquistabili presso lo store Musciotto.

Roberta Circo – Luciana Basile – Lavinia Di Monte Gaia Falsone
Dharma Horse – Kask – HKM

Avete capito bene! L’imprenditore palermitano Antonio Musciotto ha deciso di investire nella sua città creando una linea completa per amazzoni e cavalieri che presenterà nel corso del 2019. Già disponibili sono gli stivali e i pantaloni come potete visionare dalla gallery alla fine dell’articolo.

Le amazzoni provenienti tutte da circoli differenti del capoluogo siciliano – Lavinia Di Monte tesserata al centro equestre C.I.R. istruttore Massimo Riccio, Luciana Basile dell’ Horsing Club seguita da Luca Li Bassi, Roberta Circo del Riders Club allieva di Filippo Infantino e Gaia Falsone del Parco Fondo Badia con istruttore Gianluca Macchiarella – sono state riprese dalla fotografa Barbara Gorgone, mentre trascorrevano una classica giornata da scuderia, presso il maneggio Horsing Club.

Queste ragazze ormai praticano questo sport da circa 10 anni, hanno piena coscienza del rispetto e della cura per il cavallo, conoscono bene l’ansia, la paura, l’emozione che si vive durante manifestazioni sportive importanti ed hanno piena coscienza dell ‘impegno che ci vuole per raggiungere grandi risultati. Palermo Prime ha ritenuto opportuno intervistarle e quindi dedica questo articolo ai giovani cavalieri ed amazzoni che, ammirando queste ragazze – e molte altre come loro – saltare nei campi di gara dell’Isola, possono trarre spunto delle loro testimonianze.

Lavinia Di Monte, 17 anni – amazzone da 10 anni
Cap Kask, maglietta Dharma Horse e pantalone HKM

  • Cos’è per te l’equitazione? E’ la mia fuga dalla realtà giornaliera, quando sono a cavallo è come se facessi parte di un altro mondo. Non posso farne a meno!
  • Come ti senti quando suona la campana? E’ come se entrassi in una bolla in cui siamo solo io ed il cavallo.
  • Quali sono stati i momenti più belli che hai vissuto di questo sport? Sono quelli legati al mio periodo con i pony. Non scorderò mai le Ponyadi 2014 con la mia pony Unity dove ci siamo classificate terze, Fiera Cavalli Verona dove per due anni consecutivi abbiamo concluso la gara al nono posto ed  i Campionati Italiani 2016 in cui ho gareggiato con la pony Alisia raggiungendo l’ottavo posto della classifica.
  • Qual è il cavallo che non scorderai mai? Sicuramente Alisia! E’ stata una pony che ho montato per molto tempo, siamo cresciute insieme ed abbiamo sempre avuto un rapporto speciale e non solo dal punto di vista agonistico, infatti, anche se adesso è stata ritirata dall’ attività sportiva per fare la mamma trascorro molto tempo con lei!
  • Chi è il cavaliere o l’amazzone che più stimi? Stimo molto Luciana Diniz per l’attenzione ed il rispetto che ha nei confronti dei cavalli.
Roberta Circo, 20 anni – fa equitazione da 15 anni
felpa Dharma Horse
  • Cos’è per te l’equitazione? Per me l’equitazione è tanto. È sport, è passione, è ciò attorno a cui ho costruito la mia vita ed è ciò di cui non potrei mai fare a meno.
  • Qual è la qualità che più ammiri del cavallo? Del cavallo ammiro tante caratteristiche, ma le cose che mi hanno sempre affascinata sono la dolcezza e la fragilità che si nascondono in loro nonostante si tratti di un essere vivente di più di 500 kg di muscoli e con una forza gigantesca
  • Qual è il cavallo che non scorderai mai?
    Deborah, la pony che ho avuto per 10 anni con me. Mi ha dato tanto sportivamente, mi ha sempre dato il cuore. Quando si ammalò gravemente ho fatto di tutto purché si riprendesse sebbene l’avessero data per morta, ma non potevo accettarlo. E dopo un anno e mezzo di cure l’ho riportata persino a saltare e a fare le gare. Adesso si gode la beata pensione.
  • Chi è il cavaliere o l’amazzone che più stimi? L’amazzone che stimo di più è Edwina Tops Alexander: in lei vedo tanta eleganza ma anche un’efficacia ed una grinta pazzesche!
  • Quale consiglio puoi dare ai novizi? Il consiglio che posso dare a chi si sta approcciando per le prime volte a questo sport è di viverlo intensamente, con amore e dedizione, di non fermarsi davanti alle prime difficoltà perché non per nulla gli ostacoli sono fatti per essere superati!
  • Cosa ti aspetti dal 2019? Da questo 2019 mi aspetto una crescita agonistica che aspetto da tempo e che per svariati motivi fino ad ora era andata lentamente. Adesso grazie al mio nuovo compagno stiamo facendo un gran bel lavoro e prevedo tante belle gare e perché no, spero anche in qualche trasferta in giro per l’Italia!
Luciana Basile, 21 anni – fa equitazione da 12 anni
Maglietta Dharma Horse, pantalone Musciotto breeches
capezza cuoio HKM
  • Come ti senti quando suona la campana? Il momento in cui suona la campana è magico. Le emozioni si mescolano con la concentrazione, la determinazione e la voglia di uscire vittoriosi dal campo gara.
  • Quali sono stati i momenti più belli che hai vissuto di questo sport? Durante il corso di questi lunghi ed intensi 12 anni vissuti in sella i momenti belli e le vittorie sono state tante, tra le più importanti e le più recenti ricordo: la medaglia d’oro ai Campionati Regionali, la medaglia d’argento ai Campionati Italiani a Squadre, il quarto posto ai Campionati Italiani svolti all’Arezzo Equestrian Centre e la bellissima esperienza fatta negli impianti della Fiera Cavalli Verona.
  • Qual è il cavallo che non scorderai mai? Il mio cavallo attuale Be Famous, un cavallo generoso, intelligente, che mi ha permesso di ottenere grandi risultati e tante soddisfazioni in così poco tempo. Un cavallo che mi ha fatta crescere tanto e che ha ancora tanto da insegnarmi.
  • Quale consiglio puoi dare ai novizi? Il consiglio che posso dare è quello che se si vuole intraprendere questa strada bisogna farlo con passione perché si è continuamente a contatto con un essere vivente e come tale ha bisogno di attenzioni, di essere accudito, coccolato e curato giorno dopo giorno. Perciò è importante mettere impegno in quello che si fa, costanza e tanta umiltà.
  • Cosa ti aspetti dal 2019? Si prospetta un anno inteso e pieno di impegni sportivi, tra i quali sicuramente ci saranno i Campionati Regionali, i Campionati Italiani Senior, Fiera Cavalli Roma, Trofeo Sicilia Gold e spero di partecipare anche quest’anno al concorso svolto all’interno della Fiera Cavalli Verona.
Gaia Falsone 20 anni – fa equitazione da 12 anni
felpa Dharma Horse e pantalone Elt
  • Cos’è per te l’equitazione? Se dicessi che è tutta la mia vita sembrerebbe quasi banale ma non è così! Non è mai stato semplicemente uno sport ma un punto fondamentale nella mia crescita: nei momenti più duri e nei momenti più belli. Mi ha insegnato cosa vuol dire amare, rispettare, lottare e soprattutto non mollare mai, cadere e rialzarsi.
  • Come ti senti quando suona la campana? Non nascondo che molto spesso l’ansia cerca di prendere il sopravvento, ma, nonostante il cuore a mille, cerco di ricordarmi che non sono sola ma che la mia compagna Blara è lì con me.
  • Quali sono stati i momenti più belli che hai vissuto di questo sport? Sono tanti i momenti belli che amo ricordare, come aver passato le selezioni per Verona o la qualifica come miglior Junior al Campionato Internazionale tenutosi alla Reggia di Caserta. A prescindere dalle vittorie momenti belli sono stati tanti, il più significativo è stato il giorno in cui ho messo piede per la prima volta in un maneggio, ero alla Coppa degli Assi al Parco della Favorita, lì ho capito che da quel giorno in poi il mio posto nel mondo sarebbe stato quello tra i cavalli.
  • Qual è il cavallo che non scorderai mai? Ho avuto tre cavalli e a modo loro tutti e tre sono stati davvero speciali! Ma il rapporto più bello l’ho instaurato con Blara. E’ bellissimo arrivare in maneggio e sentirla nitrire non appena mi vede arrivare da lontano (si, sa che ho da mangiare e per questo mi chiama), oppure quando mi insegue come un cagnolino quando la lascio libera. Ogni giorno mi riempe di gioia vedere come il nostro legame sia così forte.
  • Chi è il cavaliere o l’amazzone che più stimi? Il mio istruttore: Gianluca Macchiarella. E’ da lui che prendo spunto ogni giorno, che mi insegna tanto ed è bellissimo vedere con quanta tenacia e determinazione affronta ogni percorso ed ogni difficoltà.

Ecco alcune foto dello shooting – sfoglia la gallery!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.