A Campofelice ci si dedica ai più bisognosi con il tradizionale mercatino solidale natalizio

di Giovanni Curione

L’evento, ormai da tempo collaudato, chiama a raccolta creativi, artisti, artigiani e volontari per aiutare le famiglie meno abbienti del luogo e i bambini dell’U.O di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Civico di Palermo

0 566

Se è vero che a Natale siamo tutti più buoni (o tali dovremmo essere), possiamo allora dire che Campofelice, anche quest’anno, ha somministrato la sua dose di buone azioni natalizie a beneficio del prossimo.

La centralissima Piazzetta Roma ospiterà infatti, giorno 14 dicembre dalle ore 17.00, il tradizionale mercatino di solidarietà,appuntamento ormai divenuto consuetudine per i campofelicesi (e non solo) a ridosso di queste festività.

Giunto alla sua 18esima edizione, l’evento è, per la prima volta, organizzato dall’ amministrazione comunale, che ha coinvolto artigiani, commercianti, volontari, pasticcieri, bambini, genitori, aspiranti Babbo Natale (e chi più ne ha più ne metta) al fine di replicare lo stesso successo che il tradizionale mercatino ha riscosso nei precedenti anni di organizzazione scolastica.

Dallo stand in cui verranno proposte le tradizionali frittelle e dolciumi vari a quello in cui verranno esposti i lavori manuali realizzati in queste settimane dai nostri artisti-volontari, passando per la tradizionale pesca di beneficenza, una fermata obbligatoria (almeno per i più piccoli) sarà poi nella Casa di Babbo Natale e in prossimità della Ruota della Fortuna gestita da divertenti folletti. Sempre per i più piccoli verrà inoltre allestita una postazione destinata alla raccolta giocattoli, mentre non mancheranno – per i più esigenti – monili e gioielli handmade e, ovviamente, libri.

Fiore all’occhiello di questa edizione del mercatino di beneficienza saranno, infine, le “ciocco-latte” celebrative di Palermo Capitale Italiana della Cultura e i presepi di cioccolata dell’ASLTI (Associazione siciliana Lotta Leucemie e Tumori dell’Infanzia), onlus costituita dai genitori di bambini affetti da queste patologie e curati presso l’U.O di OncoematologiaPediatrica dell’Ospedale Civico di Palermo.

Il ricavato verrà infine devoluto all’ASLTI, senza tuttavia perdere di vista le necessità della comunità campofelicese: verranno infatti aiutate anche alcune famiglie bisognose su indicazione della parrocchia e dei servizi sociali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.