Sport: consigli per i nostri piccoli

di Vincenzo Mulè e Bebbe Sajeva (personal Trainer)

Lo sport più adatto per i vostri figli? Leggete i consigli di Beppe e Vincenzo.

0 332

Bentrovati Atleti!   

Vi siete allenati!?

NO!? Siamo ancora in tempo.

Si!? Ottimo siamo già a buon punto.

Purtroppo, le prime sedute di allenamento risultano essere sempre le più critiche: dolori muscolari (eccesso di acido lattico), poca voglia di uscire per allenarsi (eccesso di lagnusia ), sono tutti sintomi del neofita. Tuttavia, superati i primi ostacoli non potrete più farne a meno. Comincerete ad essere drogati di sport, più precisamente di endorfine!!!

Ebbene si, l’endorfina è una droga naturale, che il nostro cervello produce in uno stato di dolore o di eccitazione, per superare i momenti critici, e come tale provoca dipendenza.

Comunque parliamo d’altro, ricordate come abbiamo chiuso il primo articolo?

Noo!?

Oggi vi parleremo di sport per i più piccoli.

Noi personalmente abbiamo cominciato la nostra vita sportiva con l’atletica leggera, tutt’oggi entrare in uno stadio di atletica suscita in noi forti emozioni.

I nostri figli, come noi, stranamente, hanno cominciato a muovere i primi passi (sportivi) in una pista gommata, il fatto di allenarsi in collettività è all’area aperta fa si che i bambini acquisiscano delle nozioni fondamentali che spaziano dal gioco di squadra al rispetto per l’ambiente, fortificando il loro sistema immunitario, grazie ad aria sempre fresca e pulita, realtà che raramente troveremo in luoghi chiusi come palestre etc.

L’atletica vanta diverse discipline e ogni bimbo, in base alle sue predisposizioni atletiche,  troverà la sua dimensione, aumentando le sue capacità fisiche e di conseguenza l’autostima.

Prendiamo come esempio il salto con l’asta; specialità dell’atletica leggera nella quale l’atleta, dopo aver preso una breve rincorsa, utilizzando l’asta cerca di superare un ostacolo, sorretto da due ritti, senza farla cadere. La specialità prende origine da una gara effettuata nei giochi dell’antica Gallia, che prevedeva che l’atleta saltasse il più lontano possibile, facendo leva su un ramo abbastanza robusto.

La Sicilia più precisamente Siracusa vanta un grande atleta Gibilisco Giuseppe CAMPIONE MONDIALE del salto con l’asta a Parigi 2003 e bronzo olimpico ad Atene 2004.

Giuseppe Gibilisco

Quindi cari amici qualunque sia l’attitudine sportiva dei vostri piccoli, assecondatela.

Alla prossima!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.