PALERMO IN MARCIA PER I DIRITTI. IL VIDEO DEL PRIDE

di Rossella Vasta

0 378

Un Pride forte e resistente, come un muro contro i pregiudizi e contro ogni forma di atteggiamento razziale. La parata della nona edizione del Palermo Pride – partita dal Foro Italico e conclusasi in Piazza Verdi – era un fiume umano di circa 50mila persone di ogni età. Non solo un Gay Pride, ma un grido forte per i diritti di tutti, quelli dei migranti soprattutto. Palermo Prime ha ritenuto importante esserci. All’interno dell’articolo il video della parata.

Già nei giorni che hanno preceduto la sfilata, Palermo ha iniziato a colorarsi e animarsi di bella gente e buone speranze. Un coro a una sola voce: la battaglia per i diritti di tutti. Presenti anche tante autorità, associazioni, comitati e movimenti politici; persino il Movimento 5 Stelle, l’altra faccia della medaglia al governo. Proprio contro il governo non sono mancati episodi di plateale contestazione, bloccati sul nascere e finiti in questura.

La nota fotografa Letizia Battaglia e l’attivista presidente del Movimento identità transessuale Porpora Marcasciano, madrine del Pride, hanno aperto il corteo a bordo di una moto ape. A seguire Massimo Milani, attivista e fondatore di Arcigay, vestito di coperte termiche con su scritto “sono morta 1443 volte”, la sua pelle era dipinta di nero in segno di solidarietà nei confronti dei migranti.  Poi l’immancabile striscione sorretto da Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, dal sindaco di Dusseldorf Thomas Geisel, dal comandante della Ong Open Arms Roberto Gatti e dal deputato di Si Erasmo Palazzotto. A chiudere il  corteo i classici carri a firma Coordinamento Palermo Pride, Forum Antirazzista, Exit, Famiglie Arcobaleno, Assemblea contro la violenza sulle donne, Udu-Rete studenti medi, Animalisti e Taverna azzurra.
I vagoni stracolmi di orgoglio hanno fatto il loro ingresso in una Piazza Verdi solidale, gioiosa e festante, il teatro Massimo, elegantissimo per l’occasione, ha illuminato le sue colonne con i colori dell’arcobaleno.

 ”Il Pride di Palermo è la festa di tutti coloro che vivono a Palermo o che scelgono di vivere a Palermo – dice il sindaco Orlando – Una festa che quest’anno assume un significato ancora più importante nel momento in cui, così come avvenne col fascismo e con il nazismo tanti anni fa, qualcuno comincia ad attaccare i diritti di alcuni ‘per scherzo’. Ieri Mussolini cominciò ‘per scherzo’ ad attaccare gli ebrei, oggi qualcuno attacca ‘per scherzo’ i migranti. Poi arrivarono, da Mussolini e Hitler gli attacchi contro i rom, gli omosessuali, le persone con disabilità. Oggi siamo già in un’epoca pre-fascista in Italia e in Europa. Per questo essere al ‘Pride’ è non solo giusto ma anche necessario”.

Orlando ha anche ricevuto un premio per l’impegno profuso nei confronti dei diritti umani.

GUARDA IL VIDEO DELLA PARATA

https://www.youtube.com/watch?v=cEpyIlh366w&feature=youtu.be

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.