I 24 CFU non sono più obbligatori?

0 3.501

l Ministro Bussetti ha in mente di semplificare l’iter concorsuale dei futuri docenti.

Nel corso dell’intervista a Repubblica.it ha dichiarato che ciò che gli interessa è “semplificare la procedura con concorsi di norma ogni due anni” e “svecchiare la classe dei docenti” perché “chi vince il concorso deve essere certo di insegnare”. Ed aggiunge che “le prove si svolgeranno solo quando serve ed i candidati dovranno conoscere in anticipo il numero dei posti necessari sulla singola materia”.

Dunque, per ciò che riguarda il concorso che doveva essere bandito entro la fine del 2018… aspetta e spera! Siamo passati dal “complicare” aggiungendo i 24 CFU – requisito fondamentale per accedere al concorso – al “semplificare complicando” dato che molti futuri aspiranti docenti hanno già acquisito i 24 CFU.

 Secondo il Ministro i 24 CFU dovranno essere valutati come titoli aggiuntivi.

Ovviamente quanto emerso non è un decreto ma se ciò dovesse essere confermato, coloro i quali hanno conseguito i 24 cfu potranno sperare che tali crediti facciano da punteggio in una ipotetica revisione del bando.

Guarda l’intervista al Ministro Busetti nella  trasmissione a Repubblica.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.