Campionati italiani: vince chi rispetta il proprio cavallo

di Matilde Caruso

0 2.385

Lo scorso weekend è stato parecchio impegnativo per alcuni giovani cavalieri ed amazzoni siciliani, impegnati per il raggiungimento di un buon risultato ai campionati italiani children, juniores e young rider 2018 tenutisi presso l’ASD Arezzo International Horses. La caparbia, la forza, la destrezza, con annesso quel pizzico di fortuna che non guasta mai,  hanno permesso a quattro di loro di raggiungere il podio nella gara italiana più contesa del 2018. Scopriamo insieme chi sono questi fenomeni!

La medaglia d’oro nel criterium young rider è stata vinta dal cavaliere siracusano Giuseppe Gionfriddo in sella alla sua compagna di gara Luchy Sofia della Verdina, seguito dall’istruttore Fabio D’Aquila. Nella stessa categoria troviamo un altro binomio vincente composto da Elisabetta Vacirca e Figaro Van’t Gestelhof che, aggiudicandosi la medaglia d’argento,  terminano le gare con una sola penalità, a causa del superamento del tempo massimo.
Un altro successo è quello di Loris Lo Muto che, insieme al nuovo compagno Ungaro, si sono aggiudicati il terzo posto sul podio, aggiudicandosi la medaglia di bronzo nel criterium children. Un altro bronzo è stato conquistato dal binomio composto dall’amazzone siciliana Claudia Salvo in sella a Rhackam d’Aunis nel Trofeo Young Rider. Per poco meno di un secondo Claudia e Rhackam si separano da un’altro binomio siciliano composto da Luciana Basile e Be Famous che ha ottenuto un meritatissimo quarto posto.
Felicità, grinta, coraggio, momenti indimenticabili! È solo questo che porta a raggiungere grandi traguardi? Per rispondere alla domanda ho deciso di intervistare l’amazzome palermitana Luciana Basile che quest’anno ha ottenuto grandi soddisfazioni sportive.
Luciana, durante l’anno 2018 tu ed il tuo compagno Be Famous  avete vinto molte gare… È stato difficile costruire questo legame vincente? 
    “Tra me ed il mio cavallo è nato un feeling immediato sin dal primo giorno. Lui mi dà la possibilità di esprimere una buona equitazione perché è un cavallo sincero, rispettoso, molto volenteroso e da un cuore immenso”.
 
Ogni cavaliere ha avuto almeno un cavallo speciale, l’indimenticabile, secondo te BB – come lo chiami tu – è e sarà il migliore? 
    “Ad oggi direi proprio di sì, è un cavallo speciale che mi permette di imparare ogni giorno sempre di più. Abbiamo ancora tanta strada davanti e tante avventure da affrontare e spero di poter crescere ancora insieme a lui”.
Oltre a Be Famous quali sono le persone che reputi fondamentali nella riuscita agonistica? 
  ” Mio padre e il mio istruttore sono le persone che mi hanno permesso di ottenere tutto ciò. Non di meno importanza sono il mio fidanzato, la mia famiglia e tutti i miei amici che mi supportano in ogni mia esperienza e che in particolare durante questo concorso mi hanno seguita giorno per giorno da casa attraverso lo streaming del concorso”.
Immaginavi di arrivare in finale ai Campionati italiani? 
     “Sinceramente no, ero consapevole che sarebbe stato un campionato abbastanza impegnativo ma nonostante ciò ho cercato di mettercela tutta per ottenere questo ottimo risultato”.
Sono stati tre giorni di gara molto intensi, raccontaci cosa hai provato.
   “Questi campionati si sono svolti nell’Arena Boccaccio di Arezzo, uno dei campi più grandi ed impegnativi d’Italia ed è proprio per questo che l’emozione era tanta, più del solito a dir la verità. È stata veramente un’esperienza unica ed indimenticabile”.
 
Le new entry durante le competizioni ti osservano e sperano di raggiungere i tuoi stessi risultati. Puoi dare qualche consiglio?
    “Quello che posso consigliare è di avere impegno, costanza, umiltà e tanto ma tanto rispetto e cura per il nostro compagno di avventure, il nostro cavallo!”
Sono sicura che tutti i finalisti risponderebbero allo stesso modo. Alla fine, quando torni casa felice per la vittoria o arrabbiato per la sconfitta, ciò che resta dentro un box o in un paddoc è il tuo compagno che, come dice Luciana, va rispettato e accudito ogni giorno come un amico, un fidanzato, un fratello.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.